Blog

Dove ho detto la mia idea

11 ottobre 2006

 

CONSOLIDIAMO (network sociale di Roma e provincia) 23 giugno 2011 : "La terapia con gli asinelli anche a Rocca Priora"


GIORNALE INFO (editoriale castelli romani) GIUGNO 2011: "Anche ai castelli romani l'onoterapia"

 

ANTAS ONLUS:

CORSO DI ONOTERAPIA 2010: "Asini e relazioni di aiuto: un'integrazione, una possibilità"

 

11/04/2010 WORKSHOP PET THERAPY -

"Asini per tutti: onoterapia per bambini con disturbo pervasivo dello sviluppo" ROMA CAVALLI 2010 Nuova Fiera di Roma

 

17/11/2009 WORKSHOP COMMUNITY NETWORK APPROACH -

"Club socializzante e Pet therapy" - Sala del Consiglio Roma

 

05/2009 FSE 2008-2009 "AAA ANIMAL ASSISTED ACTIVITY"

"Etologia dell'asino. La salute dell'asino: patologie, attenzioni, accorgimenti." MALGA CIMANA di Pedesano (TN)

 

ANTAS ONLUS:

CORSO DI ONOTERAPIA 2009: "Asini e relazioni di aiuto: un'integrazione, una possibilità"

 

MATTACCHIONE (rivista di carattere sociale) pag. 16-17-18 "Asini per tutti: Onoterapia come stimolo per la crescita personale ed emotiva"

 

Un momento per le mamme

11 ottobre 2006

Bisogna pensare anche alle mamme!

Perchè ogni tanto anche le mamme hanno bisogno di essere

coccolate, ascoltate, di godersi una giornata che sia per loro...

dove ci si racconta, si ascoltano altre storie e

si scopre che condividere ci fa star bene e ci fa sentire capiti!

Questi 3 incontri li ho pensati per voi!

Prenotazioni e info a eli.cannas@asinopertutti.it

Caratteristiche dell’asino

11 ottobre 2006

L'asino è un animale docile, tranquillo, lento e affettuoso.

Camminando con lui ci si rende subito conto che è un animale sempre attento sia al suo compagno di viaggio che a ciò che lo circonda.

L'asino è un animale curioso, generoso nell'approcciarsi e diffidente verso coloro che non si approcciano a lui in modo limpido.

La sua lentezza lo rende un animale non portatore d'ansia perchè non fa mai dei movimenti bruschi che possono provocare paura nel suo accompagnatore.

L'asino a differenza di molti animali è indipendente cioè non necessita, anche nella relazione terapeutica, di qualcuno che lo trattenga li; è infatti capace di auto-gestirsi nella relazione con l'altro. Per questo il terapeuta, nell'onoterapia,  ha la funzione di mediatore e non quella di gestione esclusiva dell'animale.